Gli Insegnanti

SAX

Fruzsina Lászlo

L’abbiamo chiamata da un paese lontano….Fruzsina ha iniziato lo studio del pianoforte e del saxofono presso la Scuola di Musica ‘Szabolcsi Bence’ di Budapest, proseguendo presso il Conservatorio “Egressy Beni”dove si è diplomata nel 2006 in saxofono classico. Ha proseguito gli studi presso l’Università di Debrecen (Laurea triennale in saxofono classico). Trasferitasi in Italia, si è laureata presso il Conservatorio “Giuseppe Nicolini”. Nel 2011 ha vinto la borsa di studio Klassz Tehetségek 2011 e si è esibita come solista nella Fantasia di Heitor Villa-Lobos con l’orchestra Concerto Budapest. Nello stesso anno ha ottenuto un premio al concorso per la Borsa di Studio della Banda Civica di Soncino. Ha conseguito l’idoneità all’insegnamento presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “F. Vittadini“ di Pavia, Istituto Superiore di Studi Musicali ‘Claudio Monteverdi’ di Cremona, Istituto Superiore di Studi Musicali di ‘G. Verdi‘ di Ravenna, Conservatorio ‘Lucio Campiani’ di Mantova, Istituo Superiore di Studi Musicali ‘Tchaikovsky’ di Nocera Terinese Ha partecipato alle masterclass di Leo Pupis, Christian Wirth e Mario Marzi come allieva effettiva. Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica Óbudai Danubia Zenekar presso il Teatro Nazionale Ungherese. Nel 2009 è stata chiamata come supplente del Professore Levente Puskás nella classe di Saxofono nel Conservatorio “Egressy Beni” di Budapest. Ha insegnato saxofono presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali 'Claudio Monteverdi' di Cremona dal 2015 al 2007. Attualmente insegna saxofono nel Laboratorio di avviamento alla musica del Conservatorio ‘G. Nicolini’ presso la Scuola Media Faustino-Frank-Nicolini di Piacenza, l’Associazione Musicale Mikrokosmos di Piacenza, il Laboratorio Nautilus di Lodi e la Scuola di Musica Pontesound di Cremona. Interessata alla world music, ha fondato il gruppo Fandujo nel 2013 con cui tiene regolrmente concerti, ha autoprodotto un disco dal titolo omonimo nell’aprile 2015 e ha vinto il concorso Tidone Folk nel 2018. Collabora con il Collettivo_21 dal 2016 con cui si esibisce in produzioni di musica contemporanea. In campo didattico si è formata con metodo Kodàly e ha seguito delle masterclass e corsi di formazione di metodo Orff-Schulwek e Dalcroz.
CLARINETTO

Valentina Musella

Ciao sono Valentina Musella ho iniziato a suonare all’età di 8 anni con lo studio della chitarra classica. Dopo due anni, in prima media, attratta dalla della “Mauro Moruzzi Junior Band”, ho deciso di intraprendere lo studio del clarinetto con Beppe Corbari dal 2009 al 2012. Al termine della scuolamedia ho deciso di non abbandonare la strada intrapresa con la Junior e quindi mi sono iscritta al Liceo musicale “A.Stradivari” continuando lo studio con Simone Porcellini. Dopo la maturità sono entrata al Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza dove studio con Pietro Tagliaferri e in contemporanea frequento la facoltà di Lettere del dipartimento di Musicologia e Beni Culturali di Cremona.
Dall’estate del 2013 partecipo a una vacanza studio di musica all’estero chiamata I.M.F (International Musical Friendship) eseguendo numerosi concerti di musica da camera e orchestra in vari paesi: Italia, Germania, Russia, Polonia e Lettonia. Ha preso parte a numerosi stage estivi presso il Conservatorio di Piacenza. Ho esperienza musicale con la “Brescia Wind Orchestra”, suono tutt’ora nell'orchestra a fiati del Liceo Musicale “A. Stradivari”, “MM Junior Band”, “Crescendo” e nelle varie esperienze che offre il Conservatorio.
Da Dicembre 2018 a tutt’oggi collaboro come docente della classe di Clarinetto presso la scuola di musica Pontesound e scuola “Sacra Famiglia” di Cremona.
Flauto

Marco Rozzi

Alla scuola elementare
c’era il flauto da suonare, 
a nov’anni ho cominciato 
e mi sono appassionato.

Prima il dolce poi il traverso,
il percorso è andato verso
il diploma sospirato 
e direi assai sudato.

Stavo quasi per mollare
perciò devo ringraziare
chi mi ha a lungo accompagnato,
con pazienza mi ha insegnato.

Ho suonato un po’ di tutto,
dal barocco al novecento,
tutto ciò ha dato un frutto
di cui certo non mi pento.

Ora insegno in molte scuole, 
che pazienza che ci vuole!
Ma che bello è insegnare
e sé stessi un po’ donare.

Non sto tutto a raccontare,
non vi voglio annoiare.
Se anche voi suonar volete,
alla Junior Band v’iscrivete.

PERCUSSIONI

Michele Gianluppi

“Classe 1983. Vivo a Castelleone in provincia di Cremona e svolgo la mia attività musicale principalmente come insegnante di batteria, percussioni, propedeutica e musica d’assieme sul territorio cremasco e cremonese.
Inizio ad avvicinarmi al mondo delle percussioni all’età di 8 anni frequentando i corsi della scuola di musica del corpo bandistico G. Verdi di Castelleone; entro a far parte della formazione prima come percussionista e poi come batterista fino all’estate 2019.
Proseguo gli studi privatamente per tutto il periodo delle scuola media e della scuola superiore con il maestro Sergio Dell’Olio.
Dal 2002 inizio l’attività musicale come insegnante di batteria e propedeutica presso le scuole di musica della banda di Castelleone e Casaletto Ceredano e presso le scuole dell’infanzia e primaria del territorio.
In parallelo inizio un’intensa attività musicale con le bande del territorio e con le rock band, svolgendo numerosi concerti in teatri, piazze e locali della provincia di Cremona e non solo fino al 2010.
Nel 2009 entro a far parte dell’orchestra Magica Musica (orchestra composta da 30 ragazzi disabili) diretta dal maestro Piero Lombardi famosa ormai in tutta Italia anche per alcune performance televisive.
Nel 2010 inizio l’esperienza con la Moruzzi Junior Band di Cremona in qualità di insegnante di percussioni e collaboro con la scuola di musica Pontesound come insegnante di batteria.
Nel 2012 rilancio la scuola di musica di Castelleone da dove sono partito, con il collega e amico Michele Lombardi dove, oltre all’insegnamento di batteri, propedeutica e musica d’assieme, ricopro la carica di vice direttore.
Nel 2015 e nel 2016 svolgo il corso per direzione livello base con i maestri Denis Salvini e Arturo Andreoli organizzato dal Coordinamento Bande Bresciane.
Nel 2018 riprendo gli studi musicali con il maestro Corrado Bertonazzi e nel 2019 con il mastro Franco Rossi dove conseguo il titolo di insegnante livello propedeutico e professionale.
Attualmente collaboro con le scuole di musica della banda di Castelleone, Pizzighettone, Casaletto Ceredano, Soncino e Ombriano e con la scuola di musica Pontesound di Cremona e con il Centro Musica di Pizzighettone.
Parallelamente ho ripreso l’esperienza live con quattro rock band del territorio come batterista.
Amo la musica e per me insegnare è un bellissimo lavoro e una grande passione”

CLARINETTO

Beppe Corbari

Inizia a suonare il clarinetto da giovanissimo nella banda di Pizzighettone ed, assieme agli studi di ragioneria, frequenta il Conservatorio Giuseppe Nicolini di Piacenza dove si diploma nel 1967.
Dopo il diploma svolge per qualche anno l’attività di insegnante e la professione in orchestra esibendosi prevalentemente in complessi di musica leggera e da night club e compiendo numerose tournées in Italia ed all’estero.
Nel 1970 rientra in Italia e si impiega presso la Banca Popolare di Cremona dove lavora per 35 anni raggiungendo il grado di Funzionario di Direzione.
Dal 1985 collabora con il Centro Studi Musica Jazz di Cremona fondato da Nino Donzelli e tuttora suona nelle: “Swingers Big Band” e “Bourbon Street Dixie Band”.
Dal 2004 collabora con la Scuola di musica Pontesound.
Amico del notissimo clarinettista Henghel Gualdi, con il quale si è più volte esibito, è stato gratificato da quest’ultimo con la dedica della Sua ultima composizione “Frizzantino” appositamente scritta per lui (vedi la foto del frizzantino ... ispiratore).
CORNO

Benedetto Ritorto

Benedetto Ritorto si diploma in corno presso il conservatorio F. Cileadi Reggio Calabria e si perfeziona con i maestri Giuliani, Corti e Traverso. Ha fatto parte dell’OGI Orchestra Giovanile Italiana, orchestra Fenaroli di Lanciano, orchestra Ars Nova Siciliana, OFI Orchestra Filarmonica Italiana, orchestra A. Zanella di Piacenza, orchestra Coccia di Novara. E’ docente presso la scuola di Borgonovo.
TROMBONE, EUFONIO, TUBA

Mattia Petrogalli

Ho iniziato a suonare il trombone in quinta elementare, grazie alla banda civica del mio paese, Dello, in provincia di Brescia. Mi son sin da subito innamorato di questo strumento (con i risultati che potete apprezzare nella foto!).
Dopo aver iniziato il conservatorio a Brescia, mi son diplomato a Verona, per poi emigrare in Olanda, dove mi sono specializzato in trombone basso.
Dal mio rientro in patria mi dedico all'insegnamento sia nelle bande sia nella scuola e lavoro a piccoli progetti cameristici.
Da ultimo, sentendomi in colpa per tutto il greco ed il latino non studiato al liceo, frequento il corso di lettere classiche all'Università Cattolica di Brescia.
A volte ho del tempo libero.
Ma poco.
TROMBA E COORDINAMENTO

Gio Grandi

Nato nel 1980….ed è già molto! Sin da bambino è attirato dalla musica: a Santa Lucia arriva sempre uno strumento: dopo aver sfasciato 2 batterie in quarta elementare arriva la tromba…e vide che era cosa molto buona! Voleva iscriversi subito alla scuola della banda ma il direttore disse: “E’ troppo piccolo per la tromba!” Peccato non avesse visto che era già alto 1,80 e pesava come un manzo argentino.
Due i pilastri su cui costruisce la sua musicalità: la maestra Franca, che alle elementari gli faceva cantare Verdi, i gospel e le canzoni di Modugno, e il maestro di tromba Piergiuseppe Doldi, con le sue vulcaniche lezioni di strumento e musica di assieme per ottoni.
Dopo le medie non vuole più saperne di andare a scuola…ma non si sa bene come frequenterà il conservatorio (nella epica classe del maestro Luciano Caggiati), un professionale da elettricista, il liceo artistico, la scuola universitaria di specializzazione per l’insegnamento…e ora a scuola ci vive, insegnando presso la scuola media Sacra Famiglia e il liceo musicale di Cremona.
Quando ha visto che i suoi alunni erano quasi tutti dei “suonati” dice tra sè: “perchè non farli suonare insieme?”. Nasce così la Mauro Moruzzi Junior Band. E da qui avvia una grande (s)carriera ricoprendo i prestigiosi ruoli di facchino e traslocatore, trafficante di strumenti, autista di furgoni, riparatore di leggii, grafico e social media, oltre che di direttore.

TROMBA

Francesco Siri

Nato nel Settembre del 1996 a Cremona.
Ha la fortuna di crescere in una famiglia che lo avvicina al mondo della musica, grazie soprattutto a:
Ivana Conzadori, nonna materna grande appassionata di musica e di vita; Mauro Moruzzi, lo zio, esemplare clarinettista e assoluto protagonista musicale cremonese; Papà Leonardo e Mamma Anna Moruzzi, che con TANTA pazienza e amore lo hanno supportato e sopportato; Giovanni Grandi, “membro onorario” della sua famiglia, padrino di Cresima nonché primo insegnante e grande amico che accompagna tutt’ora la vita di questo ragazzo.

La ricerca del suo strumento non è stata delle più semplici.

All’età di 7 anni, desiderando seguire le orme dello zio incomincia a studiare clarinetto alla “Monteverdi” di Cremona. Dopo 3 anni di sudate lezioni, fra pezzi di clarinetto che cadono, bemolli e diesis scordati per strada, decide di cambiare.

Appassionato dalla musica Rock, decide di prendere lezioni di chitarra…oh yeaaa… peccato che fosse CHITARRA CLASSICA!
Non dura più di 5 mesi.

Tutto sembra perduto, fino alle scuole medie. Il caso vuole che quell’anno (2007-2008) la scuola media Sacra Famiglia propose per la prima volta la “Junior Band”.
Quasi per gioco si iscrive.
Prova tutti gli strumenti che c’erano ma quando gli porgono lo tromba se ne innamora all’istante.
Il primo pomeriggio che gli danno lo strumento tormenta con le note di Jingle Bells (più o meno) per diverse ininterrotte ore qualsiasi famigliare che si aggira nei dintorni.

Gli anni passano e la passione cresce: frequenta il Liceo Musicale Stradivari a Cremona,
si iscrive in conservatorio, prima a Piacenza e poi a Bolzano dove si diploma nel Novembre del 2017.
Da diversi anni ha la grandissima opportunità di affiancare il suo amico e insegnante, Gio Grandi, nell’insegnamento della tromba alla “Mauro Moruzzi Junior Band”.

Ora frequenta il Master in tromba sempre al conservatorio di Bolzano e la sua vita è divisa tra conservatorio, audizioni per orchestre, Junior Band e concerti.